L’acrobata

Io dubito del colore delle cose che vedo, della consistenza delle cose che tocco, dei suoni e delle parole che ascolto. Io non dubito dei colori, della consistenza, dei suoni e delle parole che domando,... Continua »

Storie da bar

Storie di finti banditi, di finti eroi, di donne fatali e leggerissimi veli di lenzuola e di letto inventate nell’aria tersa della sera di fine estate, sempre la stessa regola, non sia mai che qualcuno metta... Continua »

L’Ultimo

Tu, dico a te chi sei? Sono un uomo E dove stai andando? Non lo so, lontano credo, vieni con me? Volentieri, sarà lieto il cammino Voi, dico a voi, chi siete? Siamo uomini E... Continua »

Perdonami Uomo

Perdonami uomo, perdonami donna, perdonami bambina, perdonami bambino. Perdonatemi, vi prego Avete viaggiato percorrendo distanze oltre a quelle che potevate misurare all’orizzonte dei vostri occhi, venite da lontano, venite da vicino, poco importa, venite solo... Continua »

Periferia

Cammino nel cimitero degli uomini vie industriali sotto un sole malato Rifiuti gettati sotto un muro di fabbrica odorano di erba... Continua »

Un rametto spezzato

E’ sera, la macchina mi blocca lungo la litoranea e mi incammino sulla spiaggia, il tempo di fumare una sigaretta penso e poi cercare qualcuno. E’ una bella sera di tramontana, il mare è una... Continua »

Perché, papà ?

Ho ritenuto di approvare e quindi pubblicare il commento precedente, pur non potendone testare personalmente la veridicità dell’identità dichiarata dal mittente, ma poco importa, non mi interessa. Ho registrato da pochi giorni questo sito, improvvisandomi... Continua »

Il delirio del nulla

Egregi uomini del governo, egregi parlamentari, egregi politici, voi tutti, noi ringraziamo per l’impegno col quale ci istruite ogni giorno, aggiornandoci su tutte le nuove tendenze che imparate viaggiando per il mondo. Il nostro umile servigio... Continua »